Whistleblowers and anonymous leaks: can the media do without them?

2012-04-27 18:30:00 2012-04-27 20:00:00 Europe/Rome Whistleblowers+and+anonymous+leaks%3A+can+the+media+do+without+them%3F+%23ijf12 Documenti anonimi come fonte: una sfida giornalistica Il whistleblowing è uno strumento legale utilizzato per segnalare diverse tipologie di rischio all'interno delle organizzazioni: corruzione e concussione, minacce alla salute sul luogo di lavoro, frodi, danni ambientali, false comunicazioni sociali. Negli ultimi anni l'utilizzo di Internet e il fenomeno Wikileaks l'ha portato alla ribalta, nonostante fosse già prassi consolidata in ambito aziendale e istituzionale tra i paesi anglosassoni. L'ambito giornalistico è stato tra i piu' ricettivi in materia, creando diversi servizi di segnalazione anonimi personali. Ciò ha reso determinante la capacità di affrontare correttamente problematiche nuove tra le quali: la verifica della bontà di un documento anonimo, la misura in cui è possibile delegare la verifica esterna di notizie non ancora rilasciate, l'esistenza di leggi che vincolano e/o tutelano queste pratiche, come è possibile evitare fenomeni di delazione e di diffamazione. Sala Baldeschi, Palazzo Bonucci - Perugia

panel discussions

  • 18:30 - 20:00   friday 27/04/2012

Sala Baldeschi, Palazzo Bonucci

« back to the programme
Luca De Biase
Il Sole 24 Ore
Arturo Filastò
Hermes Center Digital Human Rights
Alessandro Rodolfi
University of Milan
Guido Romeo
co-founder Diritto di Sapere

Whistleblowers and anonymous leaks: can the media do without them?

Whistleblowing is on the increase, with Wikileaks the tip of the iceberg and with traditional journalism heaving hard in the effort to keep up. A consideration of the current state of play, with a focus on the thorny issues of anonymity, verification and the involvement of third parties.






Documenti anonimi come fonte: una sfida giornalistica



2016 Il Filo di Arianna - contacs - Privacy Policy - © All rights reserved P.I. 02480770540